Icona di ricerca

7 fatti che la Commissione UE e il Vicepresidente esecutivo dovrebbero sapere sull'allevamento in gabbia

Action Icon
Motherhood

Possiamo mettere fine a questa crudeltà. Segui queste semplici istruzioni e realizziamo insieme il sogno di un’Europa senza gabbie!

Condividi il video
1. Motherhood

Guarda il videoPlay icon

Il video Motherhood (Maternità) mostra come la maggior parte delle scrofe allevate nella UE vive l’esperienza della maternità. Le scrofe sono ridotte da animali altamente senzienti a unità di produzione in gabbia.

Entra in azione

Possiamo mettere fine a questa crudeltà! Segui queste semplici istruzioni e realizziamo insieme il sogno di un’Europa senza gabbie!

  1. Copia questo testo: We must end the cage age in the EU and imports of products from caged farmed animals from third countries, for all species. Thanks@VDombrovskis #EndTheCageAge
  2. Clicca sul pulsante di condivisione su Facebook qui in basso.
  3. Incolla il testo nel post. Verifica che il tag sia attivo e poi pubblica il post.
Icon Share Facebook (1)

7 fatti

La maggior parte delle scrofe nell'UE soffre rinchiusa in una gabbia: 4 settimane in gabbie di gestazione e successivamente fino a 5 settimane in gabbie di allattamento. In un ciclo produttivo ininterrotto.

Ci sono forti argomentazioni che il Vicepresidente esecutivo dell'UE Valdis Dombrovskis, anche responsabile del Commercio, non può ignorare quando si discuterà la proposta di vietare l’allevamento in gabbia e la possibilità di imporre standard equivalenti di benessere animale sulle importazioni di carne e uova nell'UE.

Ci sono circa 11 milioni di scrofe nell'UE (dati stimati). La maggior parte di loro trascorre quasi la metà di ogni anno in una gabbia in cui non può nemmeno girarsi.

La maggior parte delle scrofe rimane in gabbia per circa cinque settimane all'inizio della gravidanza. Poi, circa una settimana prima del parto, le scrofe vengono nuovamente rinchiuse per altre cinque settimane circa. In totale, le scrofe possono trascorrere fino alla metà di ogni anno rinchiuse in gabbia.

Quando sono rinchiuse in gabbia, alle scrofe viene negata ogni forma di autonomia; non possono esprimere molti comportamenti elementari. Durante il travaglio e le settimane di allattamento, una scrofa non può nemmeno fare pochi passi o voltarsi per riposizionarsi. Sono ridotte da animali altamente senzienti a unità di produzione in gabbia. Questa non è una vita degna di essere vissuta.

Le scrofe sentono un forte istinto naturale di costruire il nido prima del parto. Ciò comporta la ricerca da parte loro di materiale per costruirlo, la necessità di scavare per costruire un nido adatto. Le gabbie da parto, però, impediscono l’espressione di tutti questi comportamenti. Ciò causa frustrazione, stress e scarso benessere nelle scrofe, e le porta a comportamenti anomali come mordere le sbarre.

Negli allevamenti intensivi, le scrofe partoriscono poco più di due volte l'anno e trascorrono dalle quattro alle cinque settimane rinchiuse in gabbie da parto (o “gabbie d’allattamento”) prima, durante e dopo ogni parto. Esiste il rischio fisico di piaghe e lesioni dovuto alla posizione sdraiata per lunghi periodi sul pavimento duro, spesso fatto solo di cemento grezzo. Il fatto che venga impedita l’espressione di comportamenti naturali può provocare un travaglio ritardato o prolungato, tassi più elevati di lattonzoli nati morti e un ridotto successo nell’allattamento.

La gabbia impedisce alla scrofa di interagire coi suoi piccoli, può solo stendersi per nutrirli attraverso le sbarre.

Quando i suinetti vengono portati via, la scrofa viene liberata dalla gabbia di allattamento, ma nel giro di pochi giorni viene inseminata nuovamente e quindi riportata nella gabbia di gestazione, dove il ciclo ricomincia daccapo.

Le gabbie da allattamento impediscono inoltre a una scrofa di soddisfare il suo intenso desiderio naturale di interagire correttamente con i suoi maialini o di allontanarsi da loro per riposare. Le scrofe possono solo alzarsi o sdraiarsi e allattare i maialini dall'interno della gabbia.

Motherhood

Questi sono i 7 fatti che la Commissione UE e in particolare il Vicepresidente esecutivo dell’Ue Valdis Dombrovskis, anche responsabile del Commercio, dovrebbero conoscere sull'allevamento in gabbia, una pratica completamente in contrasto con l'agricoltura più sostenibile dipinta nel Green Deal.

La regista olandese Eline Helena Schellekens, insieme all'editor Kate Morgan, ha dato seguito al pluripremiato cortometraggio M6NTHS con Motherhood, che mostra le pratiche standard dei sistemi in gabbia intensivi dell'UE.

All'inizio Motherhood ci ricorda come le scrofe siano madri amorevoli e tenere ma dopo pochi minuti è chiaro quanto sia orribile che restino rinchiuse in una gabbia per settimane.

Entra in azione e chiedi al Vicepresidente esecutivo dell'UE Valdis Dombrovskis, anche responsabile del Commercio, di sostenere la richiesta di vietare le gabbie nell'UE, consentendo di importare solo prodotti che corrispondono agli standard di benessere animale dell'UE.

 

  1. Copia questo testo: We must end the cage age in the EU and imports of products from caged farmed animals from third countries, for all species. Thanks@VDombrovskis #EndTheCageAge
  2. Clicca sul pulsante di condivisione su Facebook qui in basso.
  3. Incolla il testo nel post. Verifica che il tag sia attivo e poi pubblica il post.
Facebook Share

 

 

Video Copyright - Eline Helena Schellekens

Globe

Stai utilizzando un browser obsoleto che non supportiamo. Ti preghiamo di aggiornare il tuo browser per migliorare la tua esperienza e la tua sicurezza.  

Se dovessi avere ulteriori domande a riguardo, o qualsiasi altro problema, ti preghiamo di contattarci a info@ciwfonlus.it. Cerchiamo di rispondere a tutte le richieste entro due giorni. Tuttavia, a causa dei volumi di richieste che riceviamo, a volte potremmo metterci più tempo, ti preghiamo in quel caso di scusarci. In alternativa, se la tua richiesta è urgente, puoi contattare il nostro team di supporto al: +39 051 2960818  (le linee sono disponibili dalle 9:00 alle 17:00, dal Lunedi al Venerdì).